Articolo aggiornato il 28 marzo 2022.

Dall’inizio della pandemia mondiale da COVID-19 sono state decretate misure precauzionali dal governo coreano per contenere la diffusione del coronavirus che coinvolgono tutte le nazionalità, inclusi gli italiani. Queste sono le procedure di ingresso in Corea dovute al COVID-19, valide anche per gli studenti di lingua che frequenteranno un corso di lingua in Corea.

Quarantena all’ingresso in Corea

Dal 21 marzo 2022 sono state introdotte nuove regole riguardanti la quarantena, per nuovi ingressi in Corea, se si è vaccinati. 

– Chi ha ricevuto il vaccino contro il COVID-19 registrato in Corea E ANCHE

– chi ha ricevuto la terza dose (booster o richiamo) OPPURE ha ricevuto la seconda dose tra 14 e 180 giorni dall’arrivo.

Queste persone non dovrai effettuare quarantena in Corea.

A partire dal 1° aprile 2022 invece:

– se hai ricevuto la terza dose di vaccino (booster) OPPURE hai ricevuto la seconda dose tra 14 e 180 giorni dall’arrivo non dovrai fare la quarantena in Corea, a prescindere dal tipo di visto di ingresso che avrai.

Per poter essere esentati dalla quarantena, chi rispecchia i criteri sopracitati dovrà compilare un modulo online per ottenere un Q-CODE necessario all’arrivo. Per poter compilare il modulo è necessario avere il biglietto del volo prenotato. Il modulo lo trovi qui: https://cov19ent.kdca.go.kr/cpassportal/

Chi, invece, non è vaccinato o non rispecchia i criteri sopraelencati dovrà effettuare la quarantena obbligatoria secondo la seguente procedura:

  • Residenti coreani e stranieri: potranno stare in quarantena nel loro indirizzo di domicilio in Corea. Non sono permessi appartamenti condivisi (share house), ma è possibile stare in Airbnb o appartamento privato purché si resti completamente isolati per tutto il periodo della quarantena.
  • Studenti di lingua coreana con visto di studio: vale l’opzione precedente, oltre alla possibilità di alloggiare in dormitori scolastici dedicati, se a disposizione, o hotel adibiti a quarantena. Contattaci per sapere cosa prevede la tua scuola.
  • I viaggiatori stranieri a breve termine (meno di 90 giorni): dovranno stare in quarantena in aree designate dal governo a proprie spese, assegnate all’arrivo in aeroporto. Il prezzo è di circa 100-150,000 won al giorno. Gli italiani dovranno richiedere il K-ETA per entrare da turisti e rispettare una quarantena di 10 giorni.
  • Chi all’ingresso in Corea risulterà positivo al COVID-19 verrà trasferito presso strutture ospedaliere consone fino a completa guarigione.

Nota bene: gli ingressi di turisti italiani in Corea sono di nuovo attivi dal 1° settembre 2021. Per informazioni consigliamo di visitare il sito consolare.

Procedure d’ingresso 

Tutti i passeggeri che entrano in Corea dovranno seguire delle speciali procedure d’ingresso dovute al COVID-19 :

  • Sottoporsi a un test PCR (tampone molecolare rino-faringeo) 48 ore prima dalla partenza (se con scalo, sono 48 ore prima del primo volo). È inoltre richiesto un documento cartaceo che attesti la negatività del risultato con le specifiche dell’esame. Il documento deve essere in inglese o in coreano, o accompagnato da apposita traduzione in una di queste lingue. Per aggiornamenti, invitiamo di consultare i siti consolari di competenza.
  • Se si hanno sintomi, il test viene fatto immediatamente in aeroporto all’arrivo per i residenti o possessori di visto di studio D-4.
  • Fornire un numero di telefono cellulare coreano (se non si possiede già una SIM coreana si può fornire il numero dell’hotel o del manager dell’appartamento dove si trascorrerà la quarantena).
  • Sottoporsi a controlli preliminari del COVID-19 in Corea se si hanno sintomi quali febbre o tosse.
  • Non si possono usare i mezzi pubblici, ma ci si dovrà trasferire presso l’alloggio con mezzi privati o in taxi appositi.

Inoltre:

  • Tutti i passeggeri di voli nazionali e internazionali devono indossare la mascherina.
  • Tutti i visti turistici multipli emessi prima del 5 aprile 2020 sono temporaneamente sospesi. Per informazioni e aggiornamenti visita il sito dell’ambasciata coreana in Italia.
  • Tutti devono fare il test PCR entro 1 giorno dall’arrivo, se residenti o se posseggono un visto studentesco, presso un healthcare center della zona di residenza.
  • Tutti devono fornire un numero di telefono coreano valido.
  • I voli interni di transito sono bloccati. Si deve arrivare necessariamente a Incheon International Airport (a Seoul). Se la città di destinazione è un’altra si dovrà prendere una versione speciale del treno espresso KTX, indicato dallo staff aeroportuale.

Re-entry permit 

Tutte le estensioni di re-entry permit sono sospese dal 1° giugno 2020 per i residenti a lungo termine. Sarà necessario:

  • Ottenere un permesso di rientro prima di lasciare la Corea. Per sapere come visitare il sito dell’Immigrazione in Corea.
  • Mostrare il risultato negativo di un tampone di tipo PCR emesso 48 ore prima dell’ingresso in Corea. Le uniche eccezioni sono coloro con visto A-1, A-3, F-4 e i residenti che hanno lasciato la Corea prima del 1° giugno 2020.

Coloro che hanno riscontrato sintomi dovranno chiamare il numero 1339 del Centro di Controllo e Prevenzione della Corea (KCDC). Se l’app non è stata installata o non sono stati registrati i dati, potrai ricevere una telefonata dal centro.

Coronavirus COVID19 precauzioni e sintomi

Selective Care Center (선별 진료소)

Il Selective Care Center è il centro dove poter fare il tampone per il COVID-19. In Corea al momento ci sono 626 centri operativi dove poter fare il test. Dovrai recarti nel centro di competenza del tuo quartiere (ovvero dello stesso “gu”). Controlla l’orario di apertura prima di andare, solo alcuni sono aperti anche nel weekend. I risultati del test sono di solito emessi in 1-2 giorni.

Ospedali di soccorso pubblico (국민안심병원)

Se hai bisogno di supporto medico non necessariamente per il coronavirus, puoi recarti in un centro di soccorso pubblico. Al momento 326 ospedali in Corea offrono questo servizio, qui trovi gli indirizzi.

Quando arriverai al centro di soccorso ti chiederanno il motivo della visita e le tue attuali condizioni di salute. In base ai sintomi ti diranno dove andare. Alcuni di questi ospedali trattano anche il coronavirus. Le zone dei pazienti che hanno bisogno del respiratore e quelli che non ne hanno bisogno sono separate, per evitare ulteriori diffusioni del virus.

Ricorda che, se hai problemi respiratori e pensi di poter aver contratto il coronavirus mentre sei in Corea, chiama subito il numero d’emergenza 1339, e recati nel centro più vicino a te per la visita. Ti indicheranno loro per telefono dove andare.

Domande frequenti

D: Fino a quando sarà obbligatoria la quarantena in Corea?
R: Non ci sono notizie ufficiali a riguardo. Per ora tutti coloro che entrano in Corea con un long-term visa e non sono stati vaccinati contro il COVID-19 devono fare 7 giorni di quarantena obbligatori. Per esenzioni leggi in cima a questo articolo.

D: Chi è vaccinato deve fare la quarantena in Corea?
R: Se hai ricevuto la seconda dose tra 14 e 180 giorni dall’ingresso in Corea o hai ricevuto la terza dose, dal 1° aprile 2022 la quarantena in Corea non è più obbligatoria. Chi non rispecchia questi criteri dovrà ancora fare 7 giorni di quarantena.

D: Che succede se al mio arrivo risulto positiv* al test del COVID-19? Posso rimanere in Corea dopo essere guarit*?
R: Sì, puoi restare in Corea una volta guarit* dal COVID-19. Il costo delle cure dipenderà dal patto di reciprocità, secondo il quale, se i coreani che vengono curati in Italia devono pagare una percentuale, la stessa percentuale verrà applicata agli italiani in Corea. Se i trattamenti ai coreani in Italia vengono invece effettuati gratuitamente, anche le cure per italiani in Corea saranno gratuite.

D: Cosa succede se non dovessi riuscire a partire perché il mio volo è cancellato per il COVID-19?
R: Se non riesci a trovare un volo alternativo per il periodo di inizio del corso, puoi fare richiesta dell’estensione di permanenza in Corea, tramite una lettera motivazionale e la copia della prenotazione del nuovo volo, che verrà consegnata all’ufficio immigrazione in Corea. A quel punto la decisione finale sta all’immigrazione. Chiedi a noi per maggiori informazioni.

D: Sono registrat* con una ARC in Corea (Alien Registration Card che tutti gli studenti a lungo termine devono avere). Posso ancora viaggiare fuori dalla Corea eventualmente?
R: Se stai pensando di partire per poi rientrare in Corea entro la scadenza della tua ARC, a partire da giugno 2020 è necessario fare richiesta di un re-entry permit speciale prima di partire dalla Corea. Il costo è di 30,000 won e si può acquistare in aeroporto o all’ufficio immigrazione. Senza questo speciale re-entry permit il tuo visto sarà annullato al momento della partenza. Inoltre, quando rientrerai in Corea, dovrai richiedere un particolare documento che attesti un risultato negativo al COVID-19 (scritto in coreano o in inglese) emesso 48 ore prima della partenza. Le uniche eccezioni sono coloro che hanno un visto A-1, A-2, A-3 e F-4.

D: Se lascio la Corea senza l’intenzione di dover rientrare entro la scadenza della ARC, mi serve lo stesso un re-entry permit?
R: No, il re-entry permit si applica solo a chi ha una Alien card e ha intenzione di rientrare in Corea prima della sua scadenza.

Se hai bisogno di aiuto o hai delle domande sulle procedure d’ingresso in Corea dovute al COVID-19 puoi contattare il nostro staff italiano al momento dell’iscrizione.