Quando si ha bisogno di fare la spesa in Corea, si hanno principalmente due scelte: i mini-market coreani, chiamati pyeoneuijeom (편의점), che contengono l’essenziale e che sono aperti 24 ore su 24, oppure, per una spesa più sostanziosa, i supermercati coreani. Il supermercato coreano è in genere molto grande, fa orari ridotti rispetto al pyeoneuijeom e tendenzialmente è di riposo almeno due domeniche al mese. Essendo più grande offre una maggiore varietà di prodotti e molte volte si possono trovare pacchi convenienza che permettono di fare scorta di un determinato prodotto risparmiando. Le catene principali di supermercati in Corea sono E-Mart, GS e HomePlus e spesso si trovano nei piani interrati dei centri commerciali.

Vediamo ora in questo articolo le principali differenze tra il supermercato coreano e quello italiano.

Frutta del supermercato coreano

Frutta e verdura

Se in Italia frutta e verdura sono tra i prodotti più economici che si possono trovare, al supermercato coreano è l’esatto opposto. Frutta e verdura sono infatti considerati quasi prodotti di lusso e hanno un costo decisamente elevato rispetto a quanto siamo abituati. Probabilmente il motivo sta nel fatto che la maggior parte dei prodotti agricoli che si trovano in Corea sono di importazione, a parte alcune eccezioni. Si possono infatti trovare a buon mercato arance e mandarini, di cui i più rinomati sono prodotti sull’isola di Jeju.

Un’altra differenza con l’Italia è che al supermercato coreano frutta e verdura tendenzialmente non sono vendute al chilo, ma hanno un prezzo fisso al pezzo.

Dosirak e cibo pronto

In ogni supermercato coreano c’è sempre un reparto dedicato ai cibi pronti, che vengono preparati e confezionati in giornata. Se da noi troviamo lasagne, pollo arrosto e insalata di polpo, in Corea non mancano mai japchae (잡채), donkatsu (돈까스), kimbap (김밥) e pollo in salsa agrodolce (닭강정). Molti di questi sono confezionati a mo’ di dosirak, la lunchbox coreana, così chi deve pranzare fuori e non ha tempo né di prepararsi qualcosa a casa, né di mangiare in un ristorante, può servirsi di quelli già pronti. Inoltre, se si va al supermercato poco prima della chiusura è possibile trovare questi prodotti scontati.

Oltre ai cibi pronti preparati in giornata, nel reparto frigo si possono anche trovare cibi precotti confezionati, che se non vengono aperti si possono conservare in frigo per un po’, ma comunque non hanno una scadenza molto lunga. La marca più conosciuta per questo tipo di prodotti è la Bibigo e offre pietanze come tteokgalbi (떡갈비, simili alle polpette), tteokbokki (떡볶이, gli gnocchi coreani), mandu (만두, i ravioli coreani) e così via.

Ci sono poi interi corridoi dedicati al cibo istantaneo, in particolare il ramen (라면) che, già di per sé molto economico, viene spesso venduto in grossi pacchi convenienza e ha una scadenza molto lunga.

Caffè al supermercato coreano

Dolci e bevande 

Nel supermercato coreano si possono inoltre trovare panini e brioscine di vario tipo, farcite con marmellata di fagioli rossi, miele, castagne o cioccolato, inclusi i muffin. Tutti vanno sotto la categoria ppang (빵), termine che letteralmente significherebbe pane, ma che per estensione indica tutti i prodotti di panetteria. In genere però al supermercato la maggior parte di esse è confezionata in pacchi molto grandi, quindi se si vive da soli bisogna fare attenzione quando li si compra perché non hanno una scadenza molto lunga.

Degne di nota sono le bevande: in Corea si trovano tantissime varietà di bibite, nonché confezioni di latte monoporzione di vari gusti. Oltre ai più comuni latte al cioccolato e alla fragola, si può trovare alla banana, alla castagna, alla patata dolce, al caffè, alla nocciolina… Il latte aromatizzato è infatti molto consumato. Molto popolare è anche il caffè freddo confezionato, di varie marche, aromi e dimensioni.

Snack del supermercato in Corea

Snack coreani

Nel reparto snack di un supermercato coreano, possiamo trovare varie confezioni di biscotti che però sono diverse dalle nostre. Invece di grossi pacchi di biscotti in stile Mulino Bianco, i biscotti coreani si trovano in scatole più piccole al cui interno si trovano pacchettini con dentro due o anche un solo biscotto. Questo perché i biscotti sono considerati soltanto un piccolo snack, un dolcetto da concedersi ogni tanto, mentre noi ne consumiamo una quantità maggiore perché li mangiamo anche a colazione.

Per quanto riguarda le patatine, si trovano con facilità quelle alla paprika, al formaggio, alla salsa bbq o al burro. Queste ultime, per noi un po’ strane, sono davvero molto diffuse in Corea. Le nostre patatine classiche, al sale e senza aromi particolari, sono invece più difficili da trovare.

Altri snack tipicamente coreani sono quelli alla patata dolce, al polpo, oppure alghe secche da sgranocchiare.

Reparto cosmetica, articoli per la casa e vestiti

Infine, nei supermercati più grandi, vicino all’ingresso o prima delle casse c’è sempre anche un reparto non alimentare in cui è possibile trovare biancheria e articoli per la casa.

Spesso c’è anche un reparto cosmetica, che però in alcuni supermercati come per esempio al GS, prevede una cassa separata.

Come vedi, i prodotti che puoi trovare al supermercato coreano sono un po’ diversi dai nostri. Tuttavia, se cerchi disperatamente anche dei prodotti italiani, a volte ne puoi trovare qualcuno da E-mart. Non sono molti, ma è possibile trovare alcuni tipi di biscotti, cracker, pasta, passata di pomodoro e, con un po’ di fortuna, formaggi italiani. Più è grande il supermercato, più c’è la possibilità di trovare anche prodotti stranieri.

Per altre curiosità sulla vita in Corea segui il nostro blog e non esitare a contattarci per vivere e studiare in Corea.