In un articolo precedente abbiamo spiegato come funziona l’alfabeto coreano hangul (한글). Come abbiamo detto, si tratta di un alfabeto fonetico, cioè in cui a ogni simbolo corrisponde un suono. Non sempre però una lettera coreana (자모, jamo) corrisponde alla perfezione a una lettera latina, così come non sempre la si legge allo stesso modo. Esistono infatti alcune regole di lettura che, in base alla posizione della lettera e al suo contesto (cioè le lettere da cui è preceduta o seguita), ne determinano la pronuncia.

Vediamo insieme in questo articolo le regole di pronuncia coreana.

Cambio di pronuncia coreana in base alla posizione nella sillaba

Iniziamo prendendo in considerazione le consonanti che possono avere una duplice lettura. Abbiamo visto che ㄱ può corrispondere a g oppure k, ㄷ può corrispondere a d o t, ㄹ può corrispondere a l o r e infine ㅂ può corrispondere a b o p. Solitamente queste consonanti vengono pronunciate in maniera più “dolce” se si trovano a inizio sillaba e in maniera più “forte” se si trovano a fine sillaba. Quindiㄱ, ㄷ, ㄹ eㅂ a inizio sillaba corrispondono rispettivamente a g, d, r e b, mentre se si trovano a fine sillaba corrispondono rispettivamente a k, t, l e p.

Prendiamo come esempio la semplice parola 밥, che significa riso. Nonostante sia formata in coreano da due consonanti uguali, viene traslitterata come bap, perché appunto la prima ㅂ è pronunciata in modo che sia più simile a una b, mentre la seconda ㅂ è più simile a una p.

Abbiamo già visto inoltre che ㅇ non viene letta quando si trova a inizio sillaba (è appunto una consonante muta), ma corrisponde a ng quando si trova a fine sillaba.

Alcune lettere cambiano inoltre la pronuncia quando si trovano non a fine sillaba, ma proprio alla fine della parola. ㄷ, ㅅ, ㅈ, ㅊ, ㅌ, ㅎ acquisiscono infatti il suono t se si trovano a fine parola. Quindi per esempio la parola 맛 (gusto) letta da sola è mat, ma se è seguita per esempio dalla particella di tema 은 si leggerà maseun.

Variazione della pronuncia in base alla lettera che precede o segue

Arriviamo ora ad alcune regole di pronuncia coreana apparentemente più difficili, ma che in realtà si imparano facilmente man mano che si inizia a parlare. Infatti, memorizzando alcuni esempi sarà più facile ricordarle.

Come accennato all’inizio dell’articolo, alcune lettere cambiano il proprio suono in base alla lettera che segue. Qui sotto un elenco riassuntivo che speriamo ti sia di aiuto.

– ㅌ a fine sillaba seguita dalla vocale 이 cambia suono in ㅊ. Un esempio è la parola 같이 (= insieme) che si legge appunto gachi.

– ㄱ, ㄲ e ㅋ seguite daㅁ, ㄴ o ㄹ cambiano suono in ㅇ (ng). Per esempio 박물관 (= museo) si legge bangmulguan, mentre la parola 푹력 (= violenza) si legge appunto pungryeok.

– ㅂ e ㅍ seguite da ㅁ, ㄴ o ㅇ si leggono ㅁ. Per esempio 감사합니다 (= grazie) si legge gamsahamnida, 앞문 (=porta anteriore) si legge ammun.

– ㄷ, ㅌ,ㅅ,ㅆ,ㅈ,ㅉ,ㅊ eㅎ seguite da ㅁ, ㄴ o ㅇ prendono il suono ㄴ. Per esempio. 있는 (= che c’è, che si trova) si legge inneun.

– ㄴ seguita da ㄹ diventa ㄹ e queste due consonanti vicine si leggeranno come una doppia l. Per esempio 한라산 (il monte Halla, il più alto della Corea che si trova sull’isola di Jeju) si legge hallasan.

La lettera ㅎ invece, quando incontra un’altra consonante, non si legge più come h aspirata, ma funge da rafforzativo per la consonante che segue o precede.

Infine, alcune lettere possono variare il suono in base alla lettera che le precede.

– ㄹ, se preceduta da un’altra ㄹ, si legge come doppia l. Per esempio 멜론 (= melone) si legge mellon. Se preceduta da ㅇ o ㅁ, si legge ㄴ. Per esempio, la città marittima di 강릉, sulla costa est, si legge infatti Gangneung.

– ㄴ, se preceduta da ㄹ, si legge l. Per esempio 설날, ossia il Capodanno lunare, si legge Seollal. Da notare, come abbiamo visto poco sopra, che ㄴ subisce lo stesso cambiamento anche quando è seguita da ㄹ, non solo quando ne è preceduta. L’incontro tra queste due consonanti porta sempre quindi a un suono ll.

Ragazza che studia

Riassumendo…

Quindi, ricapitolando le regole principali di pronuncia:

  • ㅌ +이 → 치
  • ㄱ, ㄲ, ㅋ +ㅁ, ㄴ, ㄹ → ㄱ, ㄲ, ㅋ si pronunciano ㅇ
  • ㅂ, ㅍ + ㅁ, ㄴ, ㅇ → ㅂ, ㅍ si pronunciano ㅁ
  • ㄷ, ㅌ,ㅅ,ㅆ,ㅈ,ㅉ,ㅊ,ㅎ + ㅁ, ㄴ, ㅇ → ㄷ, ㅌ,ㅅ,ㅆ,ㅈ,ㅉ,ㅊ,ㅎ si pronunciano ㄴ
  • ㄴ + ㄹ → ㄴ si pronuncia ㄹ (e quindi insieme si pronunciano come una doppia l)
  • ㅇ, ㅁ + ㄹ → ㄹ diventa ㄴ
  • ㄹ + ㄴ → ㄴ si pronuncia ㄹ (e quindi insieme si pronunciano come una doppia l)
  • ㅎ + consonante / consonante + ㅎ → rafforzativo

Speriamo che questo articolo di pronuncia coreana ti sia stato utile. Per altre informazioni su corsi di lingua e vita in Corea del Sud, segui il blog di Go! Go! Hanguk e non esitare a contattarci per vivere e studiare in Corea.