Seoul è una città metropolitana e super tecnologica, ma non per questo manca di posti ricchi di storia e di cultura tutti da scoprire, tra cui templi buddisti e palazzi reali antichi. In questo articolo prendiamo in considerazione i palazzi reali di Seoul, soffermandoci su quelli più rappresentativi.

Se ti trovi a Seoul o hai in programma un viaggio nella capitale della Corea, non perderti questo articolo e l’occasione di visitare i suoi bellissimi 5 palazzi reali.

1. Gyeongbok-gung (경복궁)

Tra i palazzi reali di Seoul che non puoi assolutamente perderti, al primo posto c’è Gyeongbok-gung. Gyeongbok-gung è situato in posizione centrale, dietro a piazza Gwanghwamun, in cui si trovano la statua di re Sejong il Grande e del generale Yi Sun Sin.

I palazzi reali di Seoul della dinastia Joseon (1392-1897) sono cinque e Gyeongbok-gung è quello principale. Purtroppo la maggior parte del palazzo è stata distrutta durante l’invasione Giapponese del ‘900 e quindi gran parte del palazzo non è originale ma è comunque una fedele ricostruzione. La struttura più bella è costituita dal padiglione Gyeonghoeru, costruito su pilastri di granito al centro di un lago artificiale. Gyeongbok-gung si può visitare pagando un ingresso di 3000 won (circa 2,30 euro), ma se si indossa l’hanbok, l’abito tradizionale coreano, è possibile entrare gratuitamente.

2. Changdeok-gung (창덕궁)

Changdeok-gung è il palazzo che ospitò l’ultimo imperatore della dinastia Joseon. Presenta al suo interno un ampio giardino in cui si trovano specie vegetali rare, alberi antichi di oltre 300 anni e uno stagno con fiori di loto durante il periodo estivo. Non è molto lontano da Gyeongbok-gung ed è inserito tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 1997. È possibile visitarlo pagando un ingresso di 3000 won, più 5000 per il Giardino Segreto.

3. Changgyeong-gung (창경궁)

Di fianco a Changdeok-gung troviamo Changgyeong-gung, palazzo che inizialmente fu costruito come residenza estiva dell’imperatore del regno di Goryeo, ma che più tardi diventò uno dei palazzi della dinastia Joseon. Purtroppo Changgyeong-gung fu interamente distrutto da un incendio durante la dominazione giapponese e quindi quello che possiamo vedere oggi è soltanto una ricostruzione, che resta il più fedele possibile allo stile originario.

Sul retro del palazzo si trova il primo giardino botanico in stile occidentale della Corea. È possibile visitarlo pagando un ingresso di soli 1000 won.

4. Deoksu-gung (덕수궁)

Deoksu-gung è il più piccolo dei cinque palazzi reali di Seoul. Anch’esso è stato interamente distrutto dai giapponesi ed è stato ricostruito verso l’inizio del ventesimo secolo. Si trova in posizione centrale vicino alla fermata della metro City Hall (시청) e al suo interno contiene anche un museo di arte moderna e contemporanea. Ogni giorno, alle 11 del mattino o alle 2 del pomeriggio, è possibile assistere davanti all’ingresso principale del palazzo al caratteristico cambio della guardia, alla fine del quale è possibile fare le foto con gli attori in costume. È possibile visitare Deoksu-gung pagando un ingresso di soli 1000 won.

5. Gyeonghui-gung (경희궁)

L’ultimo tra i cinque palazzi reali di Seoul della dinastia Joseon è Gyeonghui-gung. Esso è stato, durante la seconda metà del periodo Joseon, il palazzo secondario del re, in cui si spostava durante situazioni particolari o di emergenza. Inizialmente molto grande, poteva contare circa un centinaio di edifici al suo interno. Purtroppo però oggi ne è rimasta solo una parte perché il resto è stato distrutto durante l’occupazione giapponese e mai ricostruito. Il palazzo si trova tra le fermate della metro della linea 5 di Seodaemun e Gwanghwamun e l’ingresso è gratuito.

Questi sono i 5 palazzi reali di Seoul che ti consigliamo di visitare. Per altre informazioni sulla cultura coreana segui il blog di Go! Go! Hanguk e non esitare a contattarci per vivere e studiare in Corea.