Che cos’è il kimchi?

Tempo di lettura: 3 minuti

Ogni paese del mondo è famoso non solo per i monumenti o la storia che possiede, ma soprattutto per il cibo. Come per noi italiani ci sono delle pietanze che vengono sempre associate al nostro paese, anche la Corea non è da meno, e uno dei più famosi alimenti riconducibili a questa nazione, è proprio il kimchi (김치). Ma cos’è esattamente?

Leggi il nostro articolo per saperne di più!

Che cos’è il kimchi?

Il kimchi è uno degli alimenti coreani per eccellenza, che possiede una storia molta lunga e non può mancare nella vita quotidiana del paese. Le sue varietà sono troppo numerose da poterle descrivere tutte, ma sostanzialmente questa pietanza consiste nella fermentazione di verdure e spezie, tra le quali c’è anche il peperoncino. Il più comune è il kimchi fatto con il cavolo di Pechino, che possiede un sapore salato, piccante e aspro allo stesso tempo, e caratterizzato da un colore rosso. Come detto prima però, ci sono infinite versioni, che variano a seconda dell’area della Corea in cui viene fatto e alla stagione.

Esistono quindi kimchi piccanti e non piccanti, fatti con diversi tipi di verdure, immersi in acqua o no. Infine ti segnalo anche un altro tipo che potrai vedere spesso. Si tratta del kkakdugi (깍두기), il quale al posto del cavolo cinese, utilizza il ravanello coreano, che si chiama mu (무). Abbastanza diffusi sono anche il yeolmukimchi (열무김치) fatto con le foglie del ravanello accennato sopra, e l’oikimchi (오이김치), fatto con i cetrioli.

Kimchi in un supermercato coreano

Come si consuma

Il kimchi molto spesso viene utilizzato come contorno (반찬, banchan) e viene abbinato a qualsiasi altro tipo di piatto. Ai coreani piace molto mangiarlo col riso e le alghe, insieme a alla celebre samgyeopsal (삼겹살), carne di maiale cotta alla piastra, e accompagnandolo al ramen istantaneo. A volte, durante i barbecue c’è anche chi lo cuoce insieme alla carne, dandogli così un sapore un po’ meno forte ed accessibile ai palati più difficili. Io stesso consiglio questo metodo per chi si approccia a questo alimento per la prima volta e non voglia assaporare il kimchi nella sua forma usuale, che rimane pur sempre deliziosa.

Ci sono poi piatti che come ingrediente principale utilizzano appunto questo alimento. I più diffusi sono sicuramente il kimchi-jjigae (김치찌개), uno stufato con carne e altre verdure, il kimchi-bokkeum-bap (김치볶음밥), riso soffritto accompagnato sempre da carne e verdure, e infine il kimchi-jeon (김치전), che a parte gli ingredienti ricorda molto le frittate nostrane.

Il kimchi nella cultura coreana

I coreani amano questo tipo di cibo fermentato e ne vanno molto fieri. Il processo con cui viene preparato e preservato,che prende il nome di gimjang (김장), dal 2013 è diventato parte dell’UNESCO come uno dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità. Non finisce qui però, perché questo alimento possiede anche numerosi pregi per la salute. Al suo interno infatti ci sono vitamina C, vitamina A, ferro, calcio e alcuni batteri dell’acido lattico. Molti ritengono che il kimchi contribuisca in maniera positiva anche durante la dieta.

Questa pietanza ha avuto inoltre un grosso impatto anche sulle aziende del paese. Da qualche anno nelle case coreane è possibile trovare il frigorifero per il kimchi (김치냉장고), il quale è stato concepito per rendere la temperatura e la circolazione dell’aria ancora più adatti alla fermentazione di questo alimento. E poi, oltre ad apparire molto spesso nei drama e nei film, quando nel 2008 uscì il film coreano western “Il buono, il matto, il cattivo” (좋은 놈, 나쁜 놈, 이상한 놈) di Kim Jee-woon, quest’opera fu definita dagli studiosi del settore come “kimchi-western” per associarlo alla Corea, come accadeva per le opere italiane del passato dello stesso genere, le quali venivano definite “spaghetti-western”.

Il kimchi dunque è molto più di un semplice alimento. Se ti recherai in Corea, sarà sicuramente uno dei contorni da provare, in maniera tale da non solo sentirti parte integrante della cultura coreana, ma anche per cercare di capirla meglio!

Per continuare a conoscere la cultura coreana, segui il nostro blog sul sito di Go! Go! Hanguk.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Go! Go! Hanguk

Ricerca di articoli

Articoli Correlati

Vivere in Corea
Vivere in Corea
Cultura Coreana

Go! Go! HANGUK Blog

Articoli Correlati

Busan, seconda città più grande della Corea del Sud, è una meta molto popolare, grazie alle sue fantastiche attrattive lungo la costa. In questa guida, esploreremo alcune delle cose più interessanti da fare a Busan. 5 cose da fare a Busan oltre al festival del cinema Anche se negli ultimi anni Busan è diventata famosa per...
Kakao, il grande conglomerato di internet (재벌, chaebol), è nato dalla fusione di Daum Corporation e KakaoTalk nel 2014. Insieme a Naver, Kakao è una delle aziende più importanti della Corea e le sue attività principali si concentrano sulle applicazioni mobili e sui servizi basati su Internet. Scopriamone di più sulle app di Kakao. Perché...
Heading to Noraebang in Korea is one of the must-do activities when you’re in the country! A well-loved get-together entertainment choice among Koreans as well as tourists. Whether you wish to experience Korean culture while spending a great time with your friends or looking to sing your heart out, Noraebang is the way to go!...
Secondo i dati di Forbes, a febbraio 2024 la Corea del Sud figura tra i 10 luoghi migliori dove studiare all’estero. Influenzati dalla popolarità della cultura Hallyu (한류, onda coreana) e del sistema educativo coreano, il nostro team di Go! Go! Hanguk ha notato un aumento dell’interesse a studiare e vivere in Corea. Sebbene ci...
La zona di Kondae a Seoul è un quartiere universitario molto frequentato da giovani e famoso per lo shopping e la vita notturna. Vediamo ora quali sono le 10 migliori cose da fare a Kondae! 10 cose da fare a Kondae se studierai coreano alla Konkuk University Il quartiere di Kondae prende il nome dalla...

Contattaci

Qualsiasi domanda? Siamo qui per aiutare